L'emergenza Coronavirus ha fermato buona parte delle attività produttive, ma esercenti e imprenditori, tra mille problemi, hanno reagito con grande dignità attenendosi alle restrizioni, e quando hanno protestato lo hanno fatto sempre in maniera costruttiva, spesso soffrendo in silenzio in attesa di tempi migliori.

a il web, si sa, è una valvola di sfogo che si presta troppo facilmente al terrorismo psicologico dei seminatori di odio che non sempre la passano liscia. Anzi, le forze dell'ordine sono sempre più preparate per contenere l'azione di quelle persone che utilizzano la piazza virtuale senza regole.

È successo così che la Polizia Postale di Latina ha denunciato un ventenne che, nelle scorse settimane, nel pieno dell'emergenza per il Covid-19, che attraverso i social network aveva invitato amici e utenti in generale a non rispettare le limitazioni imposte dai Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri. Risalendo all'origine del profilo virtuale, il giovane è stato identificato e denunciato per la campagna istrigatoria.