Ingressi separati. Per chi deve salire ci sarà una zona e per chi deve scendere invece un'altra, esattamente l'opposta. In Procura a Latina nulla viene lasciato al caso e l'installazione del termoscanner che da oggi sarà operativo, serve per garantire maggiore sicurezza nell'ufficio giudiziario dove all'inizio di marzo erano stati registrati alcuni casi. L'apparecchio è collegato ad un monitor di 23 pollici che hanno in vigilante e che trasmetterà in tempo reale la temperatura corporea di chi entra: dai magistrati alla polizia giudiziaria, al personale.

Il termoscanner si trova all'ingresso della prima porta dell'ufficio giudiziario.  La situazione è seguita in prima persona dal Procura Capo Giuseppe de Falco che nei giorni scorsi ha emesso un provvedimento relativo agli accessi nell'ufficio di via Ezio. L'obiettivo è di tornare nei tempi giusti e compatibili con la risoluzione dell'emergenza Covid 19 alla normalità. Nei giorni scorsi si è svolta la quarta sanificazione dei locali Da oggi sarà attivo l'ordine di servizio fino al 31 maggio e prevede nuove disposizioni organizzative per l'ufficio giudiziario di via Ezio. L'accesso da parte di personale esterno, è consentito in ragione di una persona alla volta per il tempo strettamente necessario per compiere l'atto o l'attività.

La ricezione di querele, denunce ed esposti è consentita nei giorni di martedì e giovedì dalle 9 alle 13 e in via prioritaria attraverso appuntamento telefonico o telematico, mentre l'ufficio del casellario è aperto al pubblico il lunedì, il mercoledì e il venerdì dalle 9 alle 13. L'archivio della Procura sarà aperto solo il 18 e il 25 maggio.