Si è svolta ieri mattina, nella Prefettura di Latina, la riunione del Nucleo a composizione mista istituito dal Prefetto Maria Rosa Trio, per garantire la vigilanza sull'attuazione delle misure di contenimento e contrasto dell'emergenza da Covid-19. Il Nucleo è composto dal personale delle articolazioni territoriali del Corpo Nazionale dei Vigili del fuoco, dell'Ispettorato nazionale del Lavoro, del Comando Carabinieri per la tutela del lavoro e dell'Azienda Sanitaria Locale, con il coordinamento della stessa Prefettura, a cui è affidata la "Cabina di regia".

Obiettivo della task force sarà quello di accertare il concreto rispetto delle misure di sicurezza previste dalla normativa vigente, anche mediante apposite ispezioni presso i locali delle aziende e delle attività commerciali, che si aggiungeranno a quelle effettuate finora dalle forze dell'ordine. "Il Dpcm del 26 aprile 2020 - spiega la Prefettura in una nota ufficiale - se da un lato amplia il novero delle attività consentite, dall'altro ne subordina la prosecuzione al rispetto dei contenuti dei protocolli di sicurezza sottoscritti fra il Governo e le parti sociali, quali il protocollo di sicurezza negli ambienti di lavoro (24 aprile 2020) e il protocollo di sicurezza nel settore del trasporto e della logistica (20 marzo 2020).

In caso di riscontrate violazioni dei suddetti protocolli, le autorità coinvolte commineranno le sanzioni previste dalla normativa vigente. L'attività del Nucleo non avrà però un'impronta esclusivamente repressiva, ma avrà il compito di assistere le aziende nell'individuazione delle migliori modalità di attuazione dei protocolli, soprattutto grazie all'apporto specialistico della Asl.

La ratio della composizione eterogenea del nucleo, delineata dalla Circolare del Ministero dell'Interno del 2 maggio, è infatti quella di valorizzare il contributo qualificato di ciascuno dei soggetti che ne fanno parte. Al fine di massimizzare i benefici della gestione integrata dei controlli, oltre che per evitare sovrapposizioni o duplicazioni, è stato affidato alla Prefettura il compito di coordinare i vari attori coinvolti nelle verifiche.

A valle dell'incontro è stata concordata la pianificazione dei servizi di controllo, da attuarsi attraverso una puntuale programmazione degli interventi del Nucleo, che avranno luogo a partire dai prossimi giorni.