Ha patteggiato ed è tornata libera la coppia di Latina arrestata dai carabinieri con l’accusa di avere rubato un’auto a un’anziano mercoledì pomeriggio. Il processo, con rito direttissimo, si è celebrato davanti al giudice Nicola Iansiti. Gli imputati, un ventenne e una ragazza di 28 anni, non hanno dovuto ricorrere allo scasso per portare via una vecchia Alfa Romeo 156 da via Sabaudia, ma sono stati semplicemente abili ad approfittare del momento opportuno: il proprietario della vettura infatti aveva appena fatto la spesa in un supermercato ed era tornato alla vettura per caricare le buste nel bagagliaio. Peccato che avesse compiuto la leggerezza di infilare le chiavi nel quadro, un particolare che non era sfuggito ai due, abili a saltare a bordo del mezzo senza che la vittima potesse fermarli. L’uomo si è però affrettato ad allertare la centrale operativa del 112 permettendo ai carabinieri del nucleo radiomobile di rintracciare la vettura e arrestare i ladri anche con l’aiuto del rilevatore satellitare di cui era provvista la vettura.