In passato il Comune di Sonnino aveva stipulato convenzioni annuali per il servizio di custodia e mantenimento cani randagi con la società La Mimosa di Fondi, che ha comunicato all’ente ausono l’impossibilità di ospitare ulteriori cani. Ora, considerato che, per evitare particolare stress agli animali, è indispensabile servirsi di una struttura in ambito provinciale, il Comune di Sonnino, per motivi logistici e di igiene, ha deciso di rivolgersi al canile “Galileo Galilei” di Latina, che si è dichiarato disponibile a effettuare il servizio di ricovero, custodia e mantenimento dei cani randagi, catturati nel Comune di Sonnino, con condizioni economiche vantaggiose per l’ente. Insomma, è stato trovato un accordo che, in ogni caso, per poco più di due mesi - dal 20 di ottobre al 31 dicembre 2016 - viene a costare qualcosa come cinquemila euro. Probabilmente, non sarà esoso il canile, sicuramente saranno le tariffe in vigore, fatto sta che il Comune, al di là di qualsiasi altro impegno, deve far fronte anche a questa ulteriore spesa. Con 5mila euro in due mesi si potrebbe procedere alla manutenzione ordinaria magari di una o più strade comunali. Ma, purtroppo, l’inciviltà, di qualcuno - che non esita ad abbandonare i propri cani - va a pesare sulle tasche di tutti i contribuenti.