Predisporre una nuova proposta di Piano di utilizzazione degli Arenili.

È questo l’indirizzo che il sindaco di Nettuno - Angelo Casto - e la sua Giunta targata MoVimento Cinque Stelle hanno fornito al tecnico incaricato a suo tempo dal Comune, l’architetto Tommaso Agnoni, per rivedere il precedente Pua che era stato licenziato dal municipio e che, attualmente, è ancora fermo in Regione, con l’iter d’adozione che on si è dunque concluso.

Nello specifico, senza variazione di spesa, l’ente vuole che si tenga conto “della ricognizione effettuata dagli uffici e dalle nuove disposizioni legislative e regolamentari, con la previsione della nuova delimitazione della Linea Sid richiesta dall’amministrazione e accolta dalla Regione”.

In altre parole, la revisione del Piano, secondo la Giunta Casto, si rende necessaria sia in virtù dei cambiamenti arrivati con l’approvazione del nuovo Pua regionale, sia in virtù di un esame delle osservazioni a suo tempo inoltrate al Comune da parte degli operatori e di cui hanno preso visione gli attuali amministratori.