Nel corso del pomeriggio, con in testa il sindaco Angelo Casto, il suo vice Mancini e tutti gli assessori del MoVimento Cinque Stelle - è andata in scena la "Passeggiata dell'Onestà", organizzata dai grillini e partecipata da alcune decine di cittadini per festeggiare il ritorno al Comune dell'area del cantiere di piazzale Berlinguer.

In apertura di corteo, davanti al Comune, il vice sindaco Mancini ha spiegato come la situazione di piazzale Berlinguer era al primo punto del programma elettorale, che prevedeva una task force contro le opere incompiute, con particolare attenzione all'ormai ex multipiano.

Poi, davanti al cancello aperto del cantiere - all'interno del quale i cittadini, per motivi di sicurezza, non sono stati fatti entrare - il sindaco ha spiegato che quello di rientrare in possesso dell'area è stato - parafrasando le parole del primo uomo sulla Luna, "un piccolo passo per l'uomo, un grande passo per l'onestà".

Simbolicamente, Casto ha fornito una grossa chiave in ferro all'assessore ai Lavori pubblici Stefano Pompozzi, individuandolo quale promotore delle azioni future da compiere nell'area, dopo il confronto con i cittadini attraverso sondaggi e canali telematici.