Attorno alle 19 di ieri, a Nettuno, le Volanti del commissariato di Anzio sono intervenute in via della Liberazione, nella zona di Cretarossa, in special modo all'interno del punto vendita della catena "Acqua&Sapone".

Qui era stata segnalata la presenza di una donna - poi bloccata da un dipendente - che aveva trafugato della merce dagli scaffali e stava per fuggire via.

In particolare, la 25enne d'origine romena - A.A.T. le sue iniziali, gravitante nella zona di Tor San Lorenzo ma, di fatto, senza fissa dimora - si era presentata nel negozio con una borsa schermata dall'alluminio e aveva fatto incetta di prodotti per un valore di circa 300 euro.

Uno degli addetti alla vendita, però, si è accorto dell'accaduto e ha chiesto alla donna di riconsegnare la merce: vistasi scoperta, la giovane ha iniziato a scagliare contro il ragazzo diversi prodotti e, subito dopo, ne è nata una breve colluttazione, col dipendente che è riuscito a fermare la 25enne.

Arrivati in zona, i poliziotti hanno quindi bloccato definitivamente la giovane e l'hanno accompagnata in commissariato.

Qui è stato scoperto che la 25enne era in libertà dopo un arresto avvenuto pochi giorni fa ad Aprilia, da parte dei carabinieri del Reparto territoriale di zona, per un tentativo di furto all'interno della Pam. In sede di processo, il legale della donna aveva chiesto e ottenuto i termini a difesa.

I poliziotti, quindi, l'hanno accompagnata nel carcere femminile di Roma Rebibbia.

Per l'addetto del negozio, invece, qualche escoriazione e 3-4 giorni di prognosi.