"In quattro anni Latina Bene Comune non è riuscita a risolvere nessuno degli innumerevoli problemi che presenta la Marina di Latina. Nonostante le rassicurazioni, gli annunci e la varia propaganda, la situazione è sempre la stessa.  Le passerelle, ad esempio, non sono state sistemate come promesso. I passaggi per i disabili sono praticamente inesistenti. Con l'emergenza Covid ci aspettavamo una maggiore presa di coscienza da parte dell'amministrazione Coletta, anche in favore degli operatori del lungomare. E invece nulla, sono stati lasciati a se stessi. L'erba incolta all'avvio di stagione, i cassonetti ricolmi di rifiuti, il degrado vario su strade e marciapiedi". 

Lo afferma in una nota la consigliera comunale Giovanna Miele 

"La giunta Coletta, come ripetiamo da tempo, non sa programmare, non ha una visione, non ha progetti. E spesso inganna i cittadini con soluzioni di cui non ha certezza. Prendiamo il caso del ponte Moscarello: ci avevano detto che era tutto risolto, che Lbc aveva trovato la soluzione. Il ponte è ancora lì, chiuso, con tutti i danni e i problemi che arreca a residenti, operatori balneari, turisti. In quella stessa area, poi, troviamo i diportisti di Rio Martino: tante parole, tante promesse, zero fatti. E del ripascimento ne vogliamo parlare? Accordi di programma, protocolli d'intesa, annunci di grandi svolte: in concreto, il nulla. Il mare continua a erodere la spiaggia e gli stabilimenti balneari si ritrovano con pochi metri di arenile, il tutto nel totale disinteresse di un sindaco che non è in grado di seguire i dossier dei suoi assessori, pretendendo da loro risultati tangibili". 

La situazione di abbandono e sciatteria amministrativa è stata evidente questa domenica quando, con l'avvio incremento del traffico sul litorale, si è creato un imbuto che ha causato lunghe code a causa del ponte Mascarello ancora chiuso. Non era prevedibile? 

Latina è una città che ha bisogno di sviluppo, di un rilancio vero, impossibile con Coletta e Lbc alla guida. Il nostro litorale avrebbe bisogno di riprendere il discorso della portualità, un tema centrale per dare un futuro alla Marina. Un progetto che possa rimettere Latina al centro del turismo della nostra provincia, rilanciando al contempo tutta l'economia legata alla portualità e alla nautica.  In quattro anni, di tutto questo, non abbiamo visto nulla. Non sappiamo cosa facciano nel Palazzo Coletta e i suoi assessori. Di certo non progettano la Latina del futuro".