Dal commendatore allo scout passando per lo speaker radiofonico e la presentatrice di programmi tv. Sono alcuni dei dettagli sul passato dei consiglieri comunali di Latina, estratti dalla lettura dei curriculum che ciascuno di essi ha presentato in Comune dopo l'elezione. Da qualche anno a questa parte, sempre per effetto dei provvedimenti sulla trasparenza nelle pubbliche amministrazioni, oltre allo stato patrimoniale e alle denunce dei redditi, i consiglieri comunali sono chiamati a presentare anche i loro curriculum vitae. E così si scoprono tante cose interessanti, che aiutano a comprendere le persone che ricoprono il ruolo nell'assise consiliare di Latina.

Del sindaco Damiano Coletta si sa praticamente tutto: dalla carriera di calciatore al lavoro come cardiologo presso l'ospedale Santa Maria Goretti. Nella maggioranza targata Lbc ci sono altri medici come Maria Ciolfi o Luisa Mobili, che nel curriculum ricorda una passione giovanile per Comunione e Liberazione (il movimento che, per intenderci, da anni organizza il meeting di Rimini e nel quale militava l'ex governatore della Lombardia Roberto Formigoni). Loretta Isotton ha un Cv sobrio che chiude però con una nota fondamentale: lei è, dal principio, sostenitrice di Lbc. Curriculum in terza persona invece per Fabio D'Achille: deve averglielo scritto l'agiografo.

Il presidente del Consiglio comunale Massimiliano Colazingari, preciso e puntiglioso nel suo ruolo istituzionale, vanta un passato da speaker radiofonico e da conduttore di programmi elettorali, con interviste e confronti, su Nuova Radio Latina. Nel curriculum di Celina Mattei scopriamo invece una curiosa predestinazione: nel lontano 1996 ricevette l'incarico per il progetto esecutivo di ristrutturazione e ampliamento del mercato coperto di Latina. Nel 2016, quando ha iniziato la consiliatura, è diventata presidente della commissione Urbanistica e quel progetto deve ancora vedere realizzazione concreta. La passione per lo sport non è solo appannaggio del sindaco Coletta: Marina Aramini vanta un passato da atleta di atletica leggera. Dalla preside, ora in pensione, Aramini alla professoressa Nicoletta Zuliani: dal Cv scopriamo che la capogruppo del Pd ha condotto un programma televisivo, "Donna Oggi" su Idea Tv. Sempre tra le insegnanti troviamo la prof Laura Perazzotti che ricorda, oltre alla presidenza dell'associazione Domus Mea, di aver creato la Scuola Familiare Europea. Di che si tratta? «Una scuola dove sono i genitori ad insegnare ai figli», spiega nel curriculum.

Nel centrodestra, invece, è più marcato il passato "politico". Alessandro Calvi, oltre agli incarichi assessorili, ricorda il ruolo di consulente nello staff della commissione Antimafia dal 1990 al 1994. Mentre dal 95 al 97 è stato alle dipendenze della presidenza del Consiglio dei ministri. Il Fratello d'Italia Giorgio Ialongo ricorda gli anni di gioventù trascorsi negli scout, mentre il leghista Vincenzo Valletta è stato barman, cameriere e poi ristoratore. Ora lavora in un'azienda di Aprilia. Raimondo Tiero, infine, ricorda di essere commendatore della Repubblica italiana dal 2004 e elenca tutti gli incarichi elettivi ricoperti da quando era consigliere di circoscrizione a oggi. Per ogni elezione sono riportate le preferenze prese. Dovesse dimenticarle.