Nei giorni scorsi la Camera ha approvato la proposta di legge del deputato Pd Emanuele Fiano che rende reato l'apologia e la propaganda fatta tramite i simboli del fascismo. La proposta prevede da sei mesi a due anni di reclusione per chi fa saluti romani o vende materiale che richiama i regimi totalitari. Insomma, se la legge fosse applicata alla lettera, la vendita stessa di cimeli o di merchandising che riporta effigi dell'epoca fascista, potrebbe essere vietata. Una cosa del genere potrebbe avere conseguenze, ad esempio, per il mercatino della memoria di Latina o per altri simili che si svolgono in provincia. Il rischio, ad onor del vero, è al momento alquanto remoto visto che la legge Fiano deve passare al Senato per essere esecutiva e considerando che mancano pochi mesi al termine della Legislatura, è quasi contato che finirà per molto tempo su un binario morto.