"In un incontro a Roma, in quella che oggi è la sede del comitato elettorale, fu proprio Sergio Pirozzi a chiedermi di candidarmi, spiegando di avermi selezionato fra i tanti possibili; me come rappresentante del litorale sud romano. Preso atto ormai che la mia passione per il suo progetto politico si era accesa, ma soprattutto, dopo la proposta arrivata direttamente da Sergio, mi sono decisa e ho accettato, consapevole ormai di ricevere il sostegno di molti amici".

Con queste parole, dopo aver parlato di un suo iniziale rifiuto rispetto all'ipotesi circolata alcuni giorni fa, Lorenza Alessandrini - consigliere d'opposizione a Nettuno - ha annunciato di essere candidata quale aspirante consigliere regionale nella lista che sosterrà il candidato presidente Sergio Pirozzi, oggi sindaco di Amatrice.

"In quel momento, sinceramente - ha aggiunto la Alessandrini -, ancora non immaginavo a cosa stessi andando incontro, ma subito dopo ci sono stati una serie di eventi spontanei, di inviti a incontri di tanti amici, colleghi, imprenditori e associazioni e movimenti civici, sia di Nettuno, che di Anzio, di Roma e dei Castelli Romani, nei quali ho visto e apprezzato una forte partecipazione e trasporto, euforia e voglia di cambiamento soprattutto verso la figura di Pirozzi. Proprio il modo di essere Sergio - ha specificato - mi ha convinta in questa mia scelta politica, per il fatto di non scendere a compromessi, di credere in se stesso in questa avventura politica, con o senza l'appoggio dei partiti".

E l'avventura politica di Lorenza Alessandrini, a livello locale, sarà sostenuta anche dal movimento civico "Io sono Nettuno", di cui è presidente Alberto Irace e che è stato protagonista nelle elezioni amministrative del 2016.

"Il movimento civico Io Sono Nettuno, in piena armonia con le proprie idee, ha deciso di sostenere, in questa campagna elettorale ormai entrata nel vivo, il consigliere comunale di Nettuno Lorenza Alessandrini, candidata alla Regione Lazio nella lista del sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi, aspirante governatore del Lazio. In questi anni, a nostro parere - si legge in una nota -, la classe dirigente politica ha commesso un grave errore: quello di tenere ben chiuse le porte delle stanze dove si decide il futuro dei cittadini, i quali vengono abbandonati immediatamente subito dopo l'espressione del voto all'interno della cabina elettorale. Le nuove generazioni hanno il compito, anzi, il dovere, di aprire queste porte per poter lasciare spazio al cambiamento e al rinnovamento. È in questo senso che arriva il nostro incondizionato appoggio a Lorenza Alessandrini, il quale nasce anche dal ritenere il sindaco Pirozzi una persona seria e dedita al lavoro amministrativo".

Non è tutto: "La tragedia di Amatrice ha fatto diventare Pirozzi una sorta di 'nemico' delle istituzioni, che sono rimaste sorde alle sue richieste di aiuto. Siamo sicuri che Lorenza Alessandrini, persona gentile, solare e preparata, insieme al nostro, seppur piccolo aiuto, riuscirà a portare un valore aggiunto alla Regione Lazio e al nostro territorio. Tra l'altro - conclude la nota di Irace -, il nostro Movimento è sempre rimasto fedele a quanto promesso, sia durante la scorsa campagna elettorale che dopo le Amministrative del 2016. E anche in questo caso, convinti delle nostre scelte, affronteremo e sosterremo la candidata al Consiglio regionale, sempre con la solita pacatezza e il profondo rispetto che ci hanno sempre contraddistinti".