Un bilancio «prudente» quello che il Comune di Pontinia si appresta a discutere nel Consiglio comunale convocato per mercoledì sera alle 19. Questo quanto si evince dagli allegati alla proposta di delibera e in particolar modo dalle note integrative. Il criterio di «prudenza» è stato adottato soprattutto per quanto concerne le entrate, per le quali si è tenuto conto dell'andamento degli incassi degli ultimi anni.
Il primo elemento su cui con ogni probabilità si focalizzerà la discussione è quello relativo a tasse e tributi, anche se per l'anno in corso non sono previste grosse novità. Tutto resta invariato e per la Tasi, la tassa sui servizi indivisibili, il gettito è sostanzialmente nullo. A Pontinia la tassazione è prevista unicamente per la casa principale, ma la legge di bilancio ha esentato tale categoria, fatta eccezione per le case di "lusso". Pertanto, nel 2018, e così per gli anni a venire, sono stati ipotizzati incassi per ottomila euro: una somma irrilevante su un bilancio da oltre 16 milioni. Per quanto concerne invece la tassa sui rifiuti, si prevedono entrate per due milioni di euro: per legge è necessario coprire il cento per cento del costo del servizio. Qualche modifica ci sarà invece, se le cose resteranno invariate, a partire dal prossimo anno. Sono in programma alcuni rincari, ma nel bilancio di previsione 2019-2021 potrebbero esserci ulteriori modifiche. Resta quindi tutto da vedere.
Per quanto riguarda lo strumento contabile che sarà discusso mercoledì, il revisore dei conti ha "promosso" il lavoro degli uffici e della parte politica. Le previsioni di spesa vengono giudicate «congrue» e le entrate «attendibili». Stesso aggettivo è utilizzato per le previsioni sull'esigibilità dei residui attivi, cioè i crediti vantati dal Comune che spesso rappresentano una grana.
L'assise non si occuperà però solamente di conti pubblici. All'ordine del giorno c'è anche l'istanza a firma dell'intera minoranza per parlare delle scuole e delle varie problematiche riscontrate da settembre a oggi. Un argomento che continua a tenere banco da mesi.