La società Gestioni Fieristiche (Ge.Fi.), che da oltre due anni gestisce la struttura di Campoverde, si difende dalle accuse lanciate in Consiglio dal sindaco Terra e al consigliere Giovannini, sottolineando come sia già pronto un piano di rientro dei debiti per tornare in linea con i pagamenti. «Abbiamo già presentato al Comune di Aprilia un piano di rientro, al quale stiamo già dando seguito. E ad oggi - commentano i responsabili della società - non abbiamo ricevuto nessuna costituzione in mora o atto di citazione per la convalida dello sfratto. Peraltro, trattandosi di contratto di locazione commerciale, può essere sanata con il pagamento al momento della citazione».
I responsabili della società tendono poi a rimarcare i lavori eseguiti nel corso degli anni, rigettando l'accusa di non aver investito nel miglioramento della struttura. «Subito dopo la firma del contratto abbiamo chiesto al Comune la situazione catastale degli immobili, il certificato di conformità dell'impianto elettrico per procedere alla voltura (e su questo punto specifichiamo che ad oggi i lampioni di via delle Ferriere sono attaccati all'utenza dell'area Fiera), nonché la situazione dell'anticendio per provvedere agli adempimenti. A questa comunicazione - continuano - non abbiamo ricevuto risposta. Nonostante ciò abbiamo provveduto al ripristino della rete interna ed esterna per lo scarico delle acque chiare pluviali, comprese le caditoie, nonché il ripristino delle condotte; alla sistemazione della pavimentazione interna del capannone, alla messa in sicurezza di infissi e finestre della struttura che risultavano fatiscenti; abbiamo protocollato l'inizio dei lavori presso il genio civile nell'aprile 2017 e infine abbiamo presentato la Scia presso i vigili del fuoco al fine del rinnovo del certificato prevenzione incendi». La società non risparmia perciò una frecciatina al consigliere Giovannini. "Se la struttura era tanto appetibile come mai la Gefi è stata l'unica società a presentare l'offerta? Anche il consigliere Giovannini avrebbe potuto partecipare, peccato che ha ritenuto di non farlo. Inoltre sulla questione del mercato dei fiori, osannata dal consigliere Giovannini come effettiva pagatrice quasi dell'intero canone, intendiamo chiarire alcuni aspetti: il mercato florovivaistico ha un contratto di locazione con la Gefi srls, sottoscritto in piena autonomia e libertà, pertanto dalla sottoscrizione dello stesso non ha alcun tipo di rapporto giuridico con il Comune di Aprilia, il quale non può e non deve in alcun modo interferire nei rapporti commerciali tra le parti».