C'è la fila per entrare nella Lega. Il coordinatore provinciale Matteo Adinolfi si sta districando abilmente tra le decine di richieste di adesione che arrivano in tutta la provincia. Sono in particolare ex amministratori in passato con Forza Italia a cercare entrature nel Carroccio. Non tutti avranno le porte spalancate ma molti di essi possono dirsi già a bordo. A settembre Adinolfi annuncerà i nuovi ingressi e «ci saranno grandi sorprese». Secondo indiscrezioni qualcosa potrebbe muoversi anche all'interno del Consiglio comunale stesso.


Intanto il lavoro di radicamento del partito sul territorio procede e Matteo Adinolfi sta gestendo il tutto in stretto contatto con il coordinatore regionale Francesco Zicchieri, il sottosegretario Claudio Durigon e il consigliere regionale Angelo Tripodi. Sì perché ormai la Lega nel Lazio ha come prima lingua quella pontina e sono proprio gli uomini della provincia di Latina quelli su cui si sono accesi i fari del leader Matteo Salvini.
La Lega provinciale di Latina è in pieno fermento a causa delle numerose richieste di ingresso da parte di esponenti di spicco in tutti i comuni. I risultati elettorali conseguiti alle politiche e regionali di marzo confermati dalle amministrative, con l'elezione di numerosi consiglieri comunali anche in comuni in cui la Lega non era presente come Aprilia Cisterna e Formia, hanno confermato che il partito a livello provinciale è in piena espansione.
In quasi tutti i comuni sono stati scelti da Adinolfi i Coordinatori comunali o Referenti che stanno provvedendo alla Costituzione dei coordinamenti comunali e dei dipartimenti. Adinolfi, poi, sta completando anche il coordinamento provinciale soprattutto per quanto riguarda i dipartimenti «a cui stanno dando adesione numerosi professionisti in tutta la Provincia», spiega il coordinatore. I dipartimenti «composti da esperti nei vari settori tratteranno le problematiche di carattere provinciale come la sanità, l'urbanistica, lavori pubblici, ambiente, turismo attività produttive associazionismo». L'obiettivo, ovviamente, è quello di dare alla Lega pontina una serie di tematiche da sviluppare e incentivare su base provinciale.


In autunno tutto dovrà essere pronto per avviare al meglio la campagna elettorale per le Europee. «Matteo Salvini ci ha chiesto di incrementare i consensi, perché le condizioni per farlo ci sono tutte - spiega Adinolfi - E' nostra intenzione pertanto essere sempre più presenti sui vari territori». In questa fase di crescita si stanno avvicinando anche numerosi esponenti politici di altri partiti o che avevano rivestito ruoli importanti in passato. L'ingresso di questi esponenti deve essere concordato coi vertici del partito dopo aver sentito i numerosi militanti e per questo che Adinolfi sta accelerando sull'organizzazione sia dei vari comuni che provinciale. A gonfie vele procede anche la scuola politica regionale della Lega, che sarà coordinata proprio da Adinolfi.