La Lega torna a puntare l'attenzione sulle periferie della città, provando a denunciare ritardi e paradossi dell'amministrazione. Il gruppo giovani coordinato da Marco Maestri, insieme al capogruppo comunale Matteo Adinolfi ha effettuato un sopralluogo presso «l'ennesima incompiuta di Latina, ossia centro polivalente per giovani ed anziani di Borgo Piave».
Adinolfi conosce molto bene la vicenda in quanto era presidente della commissione Bilancio (anni 2006 e 2007) quando reperì circa 600 mila euro per l'ampliamento della scuola elementare e materna di Borgo Piave. «In questo modo il vecchio edificio di bonifica utilizzato per la vecchia scuola materna, non piu idoneo, poiché su due livelli e di vecchia concezione, è stato potuto utilizzare per un centro polivalente per giovani ed anziani, che non era presente a Borgo Piave», racconta sempre Adinolfi. «L'allora parroco di Borgo Piave don Livio Di Lorenzo insieme al gruppo scout si fece promotore di una corposa raccolta firme, oltre 1000, per chiedere all'amministrazione comunale la realizzazione di un centro polivalente utilizzando la vecchia scuola materna, ormai in disuso. Grazie anche a fondi regionali il Comune di Latina ha proceduto alla ristrutturazione dell'immobile ma per problemi sorti con la società a cui era stato aggiudicato l'appalto, i lavori sono stati sospesi e non più completati».


Una prima volta nel 2016 e poi ancora nel 2017, proprio Adinolfi ha sollecitato una soluzione per la struttura. «Lo stesso Coletta ha effettuato un sopralluogo presso la parrocchia alla presenza di numerosi residenti». Qualche mese fa, in Consiglio comunale, durante la discussione del bilancio di previsione 2018, l'assessore Emilio Ranieri evidenziò che era stato previsto lo stanziamento dei fondi per il completamento del centro polivalente di Borgo Piave». Insomma, le condizioni sembrano esserci tutte per avere il lieto fine a questa vincenda. Ma da quanto raccontano Adinolfi e i giovani leghisti, la situazione è ancora molto ingarbugliata.


«Ad oggi la struttura è completamente abbandonata e nonostante gli importanti lavori effettuati negli anni passati, vi sono già lesioni sull'intonaco esterno - fanno notare dopo il sopralluogo effettuato in questi giorni - Il giardino è diventato un bosco e la recinzione di cantiere rende il paesaggio particolarmente indecoroso, tra l'altro sull'unica strada che porta alla chiesa e confinante con la nuova scuola elementare e materna. Dopo due anni e mezzo di amministrazione Coletta - è la conclusione del coordinatore provinciale nonché capogruppo della Lega a Latina, Matteo Adinolfi - Borgo Piave non ha ancora ottenuto l'ambito centro polivalente e considerando che la spesa da sostenere non è elevata dimostra chiaramente che nonostante le promesse di un rapido intervento, il Sindaco Coletta non si dimostra sensibile alle problematiche delle periferie».