«Questo pomeriggio, nel rispetto della città che mi ha visto nascere e nella quale ho ricoperto, anche se per pochi mesi, un incarico del quale mi sono sentito onorato, ho rassegnato le mie dimissioni da presidente del Consiglio comunale. Ringrazio gli amici neroniani che mi stanno sempre vicino, il sindaco De Angelis e i consiglieri che hanno sostenuto la mia elezione. Sono sereno, nonostante tutto, certo di chiarire la mia posizione nelle sedi preposte».

Con queste parole, il consigliere comunale di maggioranza, Massimiliano Millaci, ha annunciato di aver rassegnato le dimissioni da leader dell'assise civica in quanto risulta coinvolto in un'inchiesta della Procura della Repubblica di Roma risalente al 2004. Una posizione che, chiaramente, prevede la presunzione di non colpevolezza e che - a oggi - si trova nella fase di chiusura delle indagini.