Nei giorni scorsi, il sindaco di Anzio Candido De Angelis e il commissario straordinario di Nettuno Bruno Strati hanno incontrato il direttore generale della Asl Roma 6, Narciso Mostarda, al fine di affrontare il "delicato" argomento riguardante il futuro degli ospedali "Riuniti" di Anzio e Nettuno.

In particolare, i due rappresentanti delle amministrazioni comunali hanno ottenuto risposte piuttosto positive.

«Da Mostarda - spiegano - abbiamo avuto ampie rassicurazioni: l'ospedale di Anzio-Nettuno sarà presto potenziato. Abbiamo appreso che sono previste a breve nuove assunzioni, in particolare due ortopedici e un medico per il pronto soccorso. È prevista anche l'assunzione di personale mediante concorso pubblico nei reparti di Anestesia e Rianimazione, Pronto soccorso, Chirurgia generale, Radiologia, Servizio trasfusionale, Medicina interna, Ortopedia e Traumatologia, Ostetricia e Ginecologia. Sono in programma importanti interventi di ristrutturazione, adeguamento e messa a norma degli edifici della sede di Anzio e Villa Albani, nonché l'acquisizione e installazione di strumentazioni mediche, tra cui anche una risonanza magnetica».