Non ci sarà un bus navetta a collegare i quartieri di via Poma e via Pisacane con la parte opposta della città di Pomezia. Il Consiglio comunale, in una recente seduta, ha infatti bocciato la mozione che Fabio Fucci e gli altri due consiglieri di "Essere Pomezia" avevano presentato per istituire un servizio alternativo all'attraversamento pedonale della Pontina, ormai impossibile a causa della chiusura, dall'agosto scorso, del cavalcavia in ferro. La proposta, però, non ha convinto il MoVimento 5 Stelle e Fucci ha commentato l'accaduto: «La nostra proposta è stata bocciata con la ‘solita' motivazione dall'assessore Tovalieri: ‘Non ci sono i soldi, sarebbero necessari 120mila euro per un anno di servizio navetta'. Paradossalmente, però - ha aggiunto Fucci -, nel corso del Consiglio la maggioranza ha approvato una variazione di bilancio, aumentando di 25mila euro un capitolo per l'acquisto di un non meglio precisato software per l'ufficio Lavori pubblici, che ricordo esser stato già acquistato due anni fa. In più, sono stati stanziati altri 55mila euro per i cani di Pomezia. Facciamo, dunque, i conti della serva: ai 55mila euro e ai 25mila citati, possiamo aggiungere gli 80mila euro annui che saranno necessari per formare lo staff del sindaco a chiamata diretta. Si arriva a 160mila euro, una cifra superiore rispetto a quella che sarebbe stata necessaria per istituire il bus navetta e dare una risposta concreta ai cittadini».