Cinque consiglieri comunali d'opposizione di Ardea hanno chiesto la convocazione della commissione Bilancio e Tributi per proporre alla maggioranza di governo targata MoVimento 5 Stelle di aderire alla "Pace Fiscale".

Si tratta, in particolare, di Raffaella Neocliti, Riccardo Iotti, Luana Ludovici, Alessandro Mari e Maurice Montesi, i quali hanno "suggerito" al sindaco Mario Savarese, alla presidente della commissione Bilancio Debora Duranti, all'assessore ai Tributi Ulderico Querini e al presidente del Consiglio comunale Lucio Zito di cogliere le opportunità offerte dalla legge 136 del 2018, varata dal Governo Conte e relativa proprio alla possibilità di poter vedere eliminate le cartelle fiscali dei cittadini con importi inferiori a mille euro e affidate agli agenti di riscossione. Il tutto, per gli anni compresi fra il 2000 e il 2010.