Il panorama politico di Pontinia si arricchisce. Arriva "Possibile", che giovedì si è presentato alla città. Presente anche il segretario nazionale Beatrice Brignone. «Nasciamo – dice la portavoce del Comitato Denise Doghini – in un periodo storico e in un contesto culturale dove sembra che la maggioranza e il sentire comune vadano in una direzione chiara e definita, dove è sempre più difficile trovare persone che abbiano voglia di attivarsi politicamente e dove anche la parola "Politica" è diventata quasi impronunciabile. La realtà ci rivela una condizione sempre più drammatica che sfocia sempre con maggiore frequenza in episodi di violenza, odio e discriminazione nei confronti di un nemico sempre nuovo, all'insegna della costante divisione tra noi e loro che non innesca altro che una guerra tra gli ultimi». « Noi nasciamo in contrapposizione a tutto questo, "in direzione ostinata e contraria" ad una società passiva che aspetta che arrivino tempi migliori, perché i tempi migliori non arriveranno se non ci impegniamo a ricostruire oggi il nostro presente e il nostro futuro. Con Pontinia Possibile proveremo a riportare la politica fuori dai social e nella vita reale delle persone, attraverso lo studio, la cultura e l'impegno senza mai perdere il contatto con realtà locale in cui viviamo».