Da Salvatore De Meo, candidato alle elezioni europee per il gruppo di Forza Italia, arriva un plauso convinto alla Mostra Agricola di Campoverde. "Una vetrina importante dove il settore agro alimentare viene messo in evidenza in tutte le sue potenzialità. Una tradizione che negli anni ha saputo rinnovarsi e fare da traino all'intero settore. Una peculiarità del territorio Pontino all'altezza delle fiere internazionali. La Mostra Agricola di Campoverde è tutto questo e quindi un momento di grande attenzione. La Regione Lazio, la Provincia e tutte le istituzioni devono riconoscere queste fondamentali peculiarità territoriali ed impegnarsi per valorizzarle ulteriormente". Per questo motivo De Meo, accompagnato dal coordinatore di Aprilia Fausto Lazzarini, visiterà la Mostra domani mattina. "E' un momento di confronto e di riflessione perché le potenzialità di questa provincia sono mortificate da una carenza infrastrutturale che va affrontata una volta per tutte - aggiunge il consigliere comunale Fausto Lazzarini - nell'agenda nazionale ed europea va inserito il problema della mobilità della Regione Lazio ed in particolare della provincia di Latina che ha una vitalità produttiva legata prevalentemente all'agricoltura, al turismo ed alla farmaceutica. Tutte potenzialità che devono essere messe in condizione di poter interagire tra di loro e soprattutto svilupparsi. Siamo in un territorio che si estende tra due grandi metropoli, ovvero Roma e Napoli, abbiamo le isole pontine e moltissime eccellenze, abbiamo l'obbligo di migliorare la rete infrastrutturale della provincia, si tratta di una programmazione non più rinviabile. Il compito del nostro candidato alle europee sarà quello di dare voce al nostro territorio e aiutare la città di Aprilia ad uscire dall'isolamento degli ultimi anni. La nostra città ha bisogno di progetti seri e concreti. Troppo tempo è stato perso, troppi anni sono stati gettati al vento, Forza Italia vuole mettere in campo politiche di sviluppo degne di questo nome".
Parole condivise da De Meo, che sottolinea l'importanza di riuscire a supportare il settore agricolo attraverso l'utilizzo dei fondi europei. "L'Europa valuta con grande attenzione le politiche agricole - spiega Salvatore De Meo - dobbiamo essere capaci ad attrarre ed utilizzare al meglio i fondi che l'Europa mette a disposizione. Imprenditori ed enti locali devono ragionare in maniera integrata per generare sviluppo socio-economico ed occupazione. L'Europa ha molte risorse, è una grande opportunità che deve essere colta. Gli amministratori locali devono essere vicini alle aziende e accompagnarle in quel processo di internalizzazione che non può essere mero assistenzialismo. Gli imprenditori pontini hanno un grande pregio che è la loro determinazione. Operano spesso in condizione di grande difficoltà e per questo i loro sforzi valgono doppio. Dobbiamo avvicinare l'Europa agli enti locali e ai produttori locali. L'obiettivo è eliminare quella condizione, estremamente dannosa, della concorrenza sleale. Pensiamo al costo del lavoro o anche alla stessa rete infrastrutturale che in alcune regioni europee è nettamente più sviluppata della nostra. Dobbiamo preservare e sostenere le nostre produzioni che sono vere e proprie eccellenze, il nostro fiore all'occhiello. Mi impegnerò in questo senso in Europa. I territori devono tornare ad essere protagonisti. Per questo in Europa servono rappresentanti locali in grado di portare e difendere le reali esigenze dei territori".