«Sono in un sogno, veramente è qualcosa che avevo sognato e non riuscivo a immaginarlo. Dire che sono felice è poco, abbiamo scritto una pagina storia di Nettuno e speriamo che scriveremo un bel capitolo. Pensiamo subito a lavorare».

Sono queste le prime parole pronunciate dal neo sindaco di Nettuno, Alessandro Coppola, appena appresa la vittoria al ballottaggio contro Waldemaro Marchiafava.

Con 9.735 voti - pari al 60,45% dei consensi - Coppola fa tornare il centrodestra alla guida della città dopo oltre 14 anni, ossia da quando terminò la precedente esperienza di governo di quest'area nel novembre del 2005. Battuto nettamente il rivale, che si è fermato 6.369 voti, pari al 39,55% dei consensi. Marchiafava, tra l'altro, pare che ancora non abbia telefonato a Coppola per la canonica chiamata di congratulazioni al sindaco eletto da parte dello sconfitto.

A votare, lo ricordiamo, sono stati 16.373 cittadini, pari al 41,58% degli aventi diritto al voto. Per la prima volta nella storia, dunque, esclusi i referendum, a Nettuno l'affluenza scende sotto al 50%. 

Questa, infine, la composizione del nuovo Consiglio comunale: 

SINDACO: ALESSANDRO COPPOLA
MAGGIORANZA: Massimiliano Rognoni, Tiziana Ginnetti, Lorenza Alessandrini, Antonio Mazza, Antonio Biccari, Martina Armocida, Mario Esposito, Lucia De Zuani, Fabrizio Tomei, Elisa Mauro, Ilaria Bartoli, Genesio D'Angeli, Tzvetelina Anguelova (Lina), Giuseppe Barraco, Ilaria Coppola.
OPPOSIZIONE: Waldemaro Marchiafava, Roberto Alicandri, Marco Federici, Antonio Taurelli, Daniele Mancini, Simona Sanetti, Mauro Rizzo, Luigi Carandente, Enrica Vaccari.