«Finalmente parliamo di temi. Accolgo con piacere che il Pd attraverso un documento firmato in direzione e con le dichiarazioni del segretario cittadino Alessandro Cozzolino abbia aperto a quel dialogo che noi riteniamo imprescindibile per coinvolgere tutte le forze interessate a collaborare nel realizzare la città che vogliamo. Sono convinto che ci siano tutti gli elementi per riuscire a trovare una sintesi. Anche perché molti degli argomenti sottolineati nel documento del Pd sono questioni sulle quali questa amministrazione lavora da inizio mandato. E sia chiaro: noi rivendichiamo con orgoglio quanto fatto fino a oggi». Il capogruppo di Latina Bene Comune Dario Bellini mette in chiaro che da parte del movimento che guida l'amministrazione non ci sono tentennamenti rispetto a quanto fatto fino a oggi, anzi. E se il Pd vuole dialogare ben venga. Ma Bellini fa presente che sui temi sollevati dalla direzione comunale, Lbc ha già avviato interventi.

«Ad esempio - spiega il capogruppo di Lbc - l'efficientamento energetico imposto a tutto il parco lampade della pubblica illuminazione comincia a dare i sui frutti, i quasi 6 milioni di Euro messi sul rifacimento delle nostre strade nel bando appena partito saranno evidenti segnali di un cambio di passo, la qualità dei servizi sociali è una realtà riconosciuta in tutta la Regione, l'attuale trasparenza e correttezza degli atti amministrativi del Comune di Latina è testimoniata oltre che da procedure chiare ed evidenti per tutti, anche da una mole di ricorsi e cause vinte dall'Ente, importanti non solo in quantità ma anche in qualità. La visione sulla città ci vede convergere su asset strategici quali l'importanza di acquisire beni immobili storici o rivalutare alcuni esistenti quali il mercato annonario, il garage Ruspi, il completamento di via Massaro o l'impegno a difesa del parco termale. Rivendichiamo con orgoglio il lavoro fin qui svolto. Un lavoro che a tratti può essere risultato oscuro e che senza dubbio è stato faticoso. Era necessario per restituire ai cittadini una città pronta a funzionare e a credere nel proprio futuro. Sentiamo di poter condividere il nostro lavoro con tutti coloro che vorranno contribuire a costruire una Latina europea, solidale, attenta alla qualità della vita ed efficiente. L'efficacia dell'azione amministrativa può sempre essere migliorata. È un nostro pensiero costante dal 2016 ad oggi e sono certo che l'apporto di forze diverse e visioni differenti possa costituire un plus in questo senso.

«Per Lbc - prosegue Bellini - la partecipazione ha sempre rappresentato un tema prioritario. Siamo nati dalla decisione di associazioni e cittadini attivi che hanno scelto di investire il proprio tempo e la propria esperienza per dedicarsi alla gestione amministrativa della città. A partire dal programma stilato durante la campagna elettorale fino ad arrivare ai Patti di Collaborazione, i nostri atti sono il frutto di una volontà di condivisione».
Il tutto permette al capogruppo di chiudere così: «È per questo che insieme al Segretario di Latina Bene Comune Francesco Giri sentiamo l'urgente necessità di una consultazione assembleare del nostro movimento e di tutti coloro che hanno sempre visto in noi una forza di cambiamento. Così potremo dare il nostro sostanziale contributo agli Stati generali di cui parla l'Assessore Proietti, il luogo e il momento ideali per operare quella sintesi politica verso la costruzione di un fronte unico che coinvolga LBC, PD, M5S e forze moderate».