Sul ripascimento si sta procedendo a passo di lumaca, e mentre ancora aspettiamo l'attuazione del protocollo sottoscritto da Regione Lazio, Comuni di Latina e Sabaudia, Ente Parco, Arpa Lazio, Consorzio di Bonifica e Reparto Carabinieri Biodiversità di Fogliano, le mareggiate d'inverno continuano a erodere la costa". E' quanto afferma il senatore Nicola Calandrini, esponente di Fratelli d'Italia, che è pronto a organizzare un convegno proprio dedicato a questa delicata materia. 

"Ho appreso nei giorni scorsi che il Comune di Latina ha affidato lavori da 191.000 euro, soldi stanziati a maggio scorso dalla Regione Lazio, iscritti i variazione di bilancio comunale a settembre. Mesi e mesi di lungaggini e lentezze per un intervento in realtà "contenuto" che servirà a sistemare la parte frontale al lido di Nausicaa e allo stabilimento della Polizia, e sul lato B la parte antistante lo stabilimento di Fogliano. Si tratterà di spostare 20 mila metri cubi di sabbia prelevati direttamente dai punti di mare antistanti i punti di stesura finale. Un intervento emergenziale e tutt'altro che risolutivo, oltre che limitato a due soli punti del nostro lungo litorale.

Io credo che sul ripascimento bisogna fare di più e smetterla di prendere e perdere tempo. Il contrasto all'erosione costiera è il primo passo da compiere per il rilancio dell'economia del mare. Non possiamo pensare di fare altri interventi sulla Marina se prima non ci preoccupiamo di avere spiagge sufficientemente spaziose per permettere agli stabilimenti balneari di operare o ai bagnanti di poter usufruire dei tratti di spiaggia libera.

Sono questioni sulle quali da tempo mi confronto con gli operatori del settore ed esperti che presto riunirò in un convegno dedicato, alla presenza di esponenti del mondo universitario e della Regione Lazio".