«Sono molto dispiaciuto, speravo davvero si potessero superare i personalismi e costruire una coalizione di centrodestra in grado di mettere al primo posto gli interessi della città». Francesco Zicchieri, coordinatore regionale della Lega, assicura che è stato fatto tutto il possibile per coinvolgere Fratelli d'Italia. Ma a quanto pare il partito dell'eurodeputato ed ex sindaco di Terracina Nicola Procaccini, non ha fatto passi indietro e così si è arrivati alla frattura, ormai definitiva. Una distanza che adesso, oltre che la città di Terracina, potrebbe interessare anche gli altri comuni al voto in primavera, primo tra tutti, Fondi.

Lega e Forza Italia hanno trovato una sinergia sul progetto politico per Terracina, ma FdI no. Zicchieri afferma che «è il momento che qualcuno la smetta di pensare che Terracina sia roba sua. Terracina è di tutti. Abbiamo invitato a più riprese Fratelli d'Italia a condividere il progetto di programma per la città. Ma non c'è stato verso. E questo è un vero peccato. Penso che il centrodestra unito sia la soluzione migliore per Terracina così come per tutte le città di questa provincia». Il coordinatore regionale della Lega mette dunque nel mirino Procaccini e FdI. E aggiunge: «Non è importante chi indica il sindaco, la cosa importante è che il candidato sia libero e sia soprattutto capace per amministrare la città».

Lega e Forza Italia (assieme ad altre liste del centrodestra) hanno annunciato sabato scorso di aver trovato l'intesa per presentare una candidatura a sindaco unitaria. Il candidato di cui si parla è un professionista stimato in città, non riconducibile a nessuno dei due partiti, Luigi Torre. Zicchieri, però, non fa nomi, non conferma. Sottolinea solamente «il grande impegno di questi giorni messo dal senatore di Forza Italia Claudio Fazzone, che ringrazio, per una mediazione con Fratelli d'Italia. Ma alla fine non è stato possibile convincerli a condividere un progetto e un programma per le nuove generazioni di Terracina». La spaccatura di Terracina potrebbe portare a conseguenze anche altrove. «A Fondi ci sono le condizioni per un accordo con Forza Italia sul candidato sindaco - assicura Zicchieri - Ma anche in questo caso Fratelli d'Italia non ha dato la propria disponibilità». Per concludere , Zicchieri manda un ulteriore messaggio a Procaccini e Fdi: «Bisogna superare i personalismi su Terracina e sul resto. Non dobbiamo continuare su questa strada ma metterci tutti a disposizione per il bene della città».