"Per limitare la crisi del turismo derivante dall'emergenza Coronavirus, al di là delle misure che verranno prese per le strutture balneari, occorre mettere in campo un piano di valorizzazione delle risorse naturali, storiche, ambientali ed enogastronomiche della provincia, ricalcando e potenziando il progetto esistente di un "distretto del cibo", così come espresso nel protocollo promosso dalla camera di commercio lo scorso anno". Parole dell consigliere regionale del Pd, Enrico Forte. "Sulla base di quel valido percorso, occorre stimolare tutti i soggetti coinvolti nella realizzazione di un progetto di valorizzazione che coinvolga mare e collina, all'insegna del turismo sostenibile e di prossimità. Pensando alle molte limitazioni che il perdurare dell'emergenza provocherà, si dovrà metter in campo una azione di marketing che, stavolta, stimoli la nostra comunità a riscoprire il territorio in cui vive. Si intravede, perciò, una opportunità per riaccendere l'interesse verso ambienti e culture, storie, tradizioni e folklore per un turismo di prossimità oggi poco praticato nelle nostre zone, a fronte di regioni e province storicamente più strutturate in tal senso. Residenze di campagna, agriturismo, produzioni locali di ogni tipo, mete spirituali e ambienti incontaminati: la provincia di Latina offre molto, e anche in una ottica di contingentamento, mettendo tutte le risorse in rete si può creare una offerta diffusa e mirata. Certamente non saranno possibili sagre e momenti di aggregazione di massa, ma si potrà far convergere tutta l'offerta in un unica piattaforma, rafforzando la collaborazione tra enti locali, enti di promozione, imprese turistiche, mondo agricolo e rurale, così come gli ambiti legati a mare e lago, stimolando tutti a nuove forme di turismo di qualità".