La torre-faro dell’impianto sportivo “Aldo Ballarin” su cui è posizionato l’impianto di telefonia mobile della Wind sarà spostata. A sostenere le spese di questo lavoro sarà la società stessa, che nei giorni scorsi ha stipulato un accordo con il Comune in cambio della revisione del prezzo della locazione. Il punto di partenza è la delibera di giunta 219 del 2008. Con quell’atto si decide di concedere alla società Wind Telecomunicazioni spa una porzione di terreno di circa 20 metri quadrati all’interno del campo sportivo “Aldo Ballarin” di Mezzomonte, oltre che l’utilizzo della parte della sommità di una delle torri-faro per l’installazione di un impianto di telefonia mobile. Nel 2011, con un’altra delibera di giunta (la n. 66), si decide di ritoccare il canone portandolo da 12mila a 19mila euro l’anno. Arriva così il 2014, quando la Wind Telecomunicazioni spa formalizza l’istanza di revisione del canone chiedendone una riduzione.
La questione viene affrontata nella seduta di giunta di mercoledì 15 febbraio. Comune e Wind Telecomunicazioni spa sono quindi arrivati a un accordo. La società, in sostanza, resta nella condizione di conduttore del terreno di 20 metri quadrati nel “Ballarin” e si impegna a sostenere le spese di spostamento della torre-faro come da progetto di riqualificazione del campo sportivo. In cambio, essendo l’intervento a costo zero per le casse pubbliche, ci sarà una riduzione del canone, che tornerà a essere di 12mila euro l’anno.