Una ragazzata che ha causato danni per diverse centinaia di euro alla parete della Chiesa di San Lorenzo, nel quartiere di Crocemoschitto. Questo il bilancio della potente esplosione di mercoledì notte. Verso le 23, stando alle prime ricostruzioni, qualcuno sarebbe entrato all’interno dell’area in cui si trova la Parrocchia e, lontano da occhi indiscreti, avrebbe accesso proprio a ridosso dell’entrata della Chiesa un potente petardo che, con la sua esplosione, ha provocato grossi danni a muro, scalini e asfalto dell’ingresso dell’edificio.

Ad accorgersi dell’accaduto il custode, che nella mattinata di ieri è andato ad aprire prima di una funzione. Resosi conto del danno, lo stesso ha allertato i carabinieri, quelli della caserma di Sezze e della compagnia di Latina Scalo, che hanno transennato l’area investita dall’esplosione. Da testimonianze raccolte dai residenti, anche se le prime case distano diverse decine di metri e la zona in cui sorge la Chiesa è particolarmente isolata, i militari sono riusciti a risalire all’orario in cui si è avvertito il boato. Proprio i residenti hanno confermato di non aver dato troppo peso al rumore in considerazione del fatto che, in prossimità delle festività natalizie, si sentono di frequente colpi del genere. Sulla vicenda si continuerà a indagare, incrociando i dati raccolti nei rilievi e, probabilmente, le immagini di qualche telecamera privata di videosorveglianza.