L’assemblea comunale del Pd di Sezze ha ratificato la candidatura a sindaco del Partito Democratico, e della coalizione di centrosinistra, di Sergio Di Raimo. Il dato era scontato dopo la rinuncia da parte di Enzo Eramo a partecipare alle primarie. L’annuncio arriva dal segretario provinciale dei dem, Salvatore La Penna, che sottolinea: «L’assemblea ha espresso pieno e unanime sostegno alla candidatura di Di Raimo e ha tracciato le linee-guida del percorso che ci porterà alle elezioni amministrative». A onor di cronaca va però detto che mancavano lo stesso Enzo Eramo, il consigliere Armando Uscimenti e due componenti della commissione interna. La Penna, che punta a compattare gli animi, sorvola e aggiunge: «Particolare attenzione è stata posta alla costruzione della piattaforma politico-programmatica e alla costruzione della coalizione. L’esperienza amministrativa del centrosinistra e della Giunta Campoli lascia un patrimonio di azioni e buone pratiche amministrative, in relazione alle quali si continuerà, nei prossimi anni, nel solco della continuità e della valorizzazione; in particolar modo forte è stata la connotazione dell’amministrazione in ambiti quali le politiche sociali, i servizi al cittadino, l’attenzione alle fasce più deboli, il sostegno all’impresa e allo sviluppo, il potenziamento dell’impiantistica sportiva, la valorizzazione del patrimonio architettonico, culturale, ambientale, paesaggistico ed enogastronomico. Intorno a questi assi fondamentali ruoterà l’offerta programmatica unitamente a una rinnovata sensibilità per l’innovazione, la green economy, il decoro urbano, il verde pubblico, il miglioramento del sistema infrastrutturale». Dopodiché il segretario provinciale del Pd si proietta in clima di campagna elettorale: «Nelle prossime settimane sarà serrato il confronto con la città e le forze politiche e sociali per la costruzione e condivisione del programma, con un ancoraggio forte ai valori riformisti e solidali propri delle migliori esperienze di governo del centrosinistra. Siamo convinti che Di Raimo e il centrosinistra rappresenteranno nelle prossime elezioni amministrative l’opzione più credibile».