Tragedia nella serata di martedì scorso sulla Pontina, a Terracina. Un bracciante indiano di 36 anni è stato travolto da un’auto al chilometro 100,500 mentre attraversava la strada a piedi. Ad investirlo, una Fiat Punto condotta da un uomo di nazionalità macedone di 35 anni, che procedeva in direzione Latina. L’impatto è stato violentissimo. Sul posto si è recata subito un’ambulanza del 118: nel corso del primo soccorso i sanitari, accertate le condizioni critiche dell’uomo, lo hanno dapprima trasportato all’ospedale “Fiorini” di Terracina, poi vista la gravità delle ferite riportate, i medici del pronto soccorso hanno disposto il trasferimento all’ospedale “Goretti” di Latina, dove l’uomo è deceduto.
Da accertare ancora l’esatta dinamica del sinistro, sulla quale stanno indagando i carabinieri della Compagnia di Terracina, giunti sul posto per i rilievi. L’uomo, un bracciante indiano, era coniugato e lavorava, come molti dei suoi connazionali, nei campi agricoli dell’agro pontino. A quanto pare, lo straniero portava con sé una scatola che può avergli impedito la visuale. Ma bisognerà attendere gli accertamenti dei carabinieri del Norm diretti dal comandante Felice Egidio per comprendere come si sono realmente svolti i fatti.