Ormai è più di una voce. Non sono più segnali, è una certezza. La rottura è dietro l’angolo: Noi con Salvini è a un passo dall’uscita dalla maggioranza guidata dal sindaco Nicola Procaccini. Il partito del consigliere comunale Francesco Zicchieri non ci sta e sull’accoglienza dei rifugiati è pronto a dare battaglia. Fino alla fine, anche lasciando la squadra di governo se necessario. La coerenza non è in vendita, sembra sostenere Zicchieri insieme col suo entourage, spalleggiato dal coordinatore regionale Gian Marco Centinaio. «Assistiamo a un cambio di linea non concordato e comunque non condiviso da Noi con Salvini a livello locale, regionale e nazionale» si legge nella nota. «Non nascondo che in questi giorni, dopo che anche sul voto del referendum del 4 dicembre parte della maggioranza ha votato “sì”, sto pensando seriamente di essere stato vittima di un abbaglio e mi chiedo se abbia sostenuto una coalizione di destra o di sinistra». Ironia a parte, la rottura appare inevitabile. Per il Procaccini bis, a sei mesi dall’elezione, è già tempo della prima crisi.

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (14 gennaio 2017)