Grande attesa, a Nettuno così come in Italia e nel mondo, per l'inaugurazione del "Museo virtuale del Baseball". Domani pomeriggio, alle 17, nella sala consiliare nettunese sarà Bruno Conti - campione del mondo di calcio nel 1982, bandiera della As Roma Calcio, nettunese doc e giocatore di baseball in gioventù - a inaugurare l'idea nata, sviluppata e gestita da "Il Bar del Baseball", un'associazione culturale con sede a Nettuno che da quattro anni opera nell'ambito della comunicazione e della diffusione del baseball e del softball.

Il museo virtuale, vuole ricordare i protagonisti di una storia sportiva - quella del baseball - che prende le mosse dagli albori del '900 fino ai giorni nostri: venti appassionati, in soli 50 giorni, ossia nel periodo del lockdown, hanno realizzato già mille schede liberamente consultabili che raccontano i personaggi e le storie del baseball e del softball italiani. "Si tratta di un laboratorio aperto alla collaborazione di tutti" hanno spiegato da "Il Bar del Baseball", evidenziando come il sindaco di Nettuno, Alessandro Coppola, e il presidente della Pro Loco di Nettuno, Marcello Armocida, abbiano sposato, incoraggiato e sostenuto il progetto fin dal primo momento, concedendo chiaramente il patrocinio istituzionale.

E data la valenza del lavoro, anche la Federazione Italiana Baseball e Softball (FIBS) e l'Associazione Italiana Baseball per Ciechi hanno patrocinato l'iniziativa.