Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

.




Il dramma del lavoro

Il lavoro rimane un dramma in Ciociaria

0

Politiche giovanili, riscossa grillina in quattro mosse

Terracina

Il programma del Movimento Cinque Stelle: start-up, sport e sociale

Politiche giovanili, ecco il programma del Movimento Cinque Stelle. Il gruppo del candidato sindaco Fabrizio Ferraiuolo punta su giovani e sport. "Ci siamo concentrati su quanto potrebbe e dovrebbe fare un’amministrazione attenta al sostegno dei propri giovani, soprattutto nella fase di transizione alla vita adulta. Abbiamo cercato di individuare quali misure possono trovare attuazione sul territorio, guardando all’obiettivo da raggiungere: mettere a disposizione dei giovani mezzi e strumenti volti ad agevolare processi di autonomia ed indipendenza anche e soprattutto per coloro affetti da disabilità. Occorre offrire ai giovani opportunità e percorsi attraverso la creazione di uno sportello giovani che li guidi nel mondo del lavoro e nella partecipazione a bandi e concorsi. Agevolare iniziative imprenditoriali, pensiamo alle start up. Favorire le iniziative dirette a creare una migliore coscienza civica e un’identità culturale attraverso la conoscenza del proprio territorio. Bisogna favorire la loro creatività, le loro passioni e gli ideali. Per questo occorre riaprire un canale di dialogo con i ragazzi. Pensiamo alla possibilità di costituire un Consiglio Comunale dei Giovani ( previsto dalla legge regionale n. 20 del 2007) al fine di incoraggiare il coinvolgimento dei giovani in progetti ed iniziative che li riguardano, di valorizzare le loro proposte ed avvicinare le istituzioni alle loro esigenze".

Un tassello fondamentale è proprio quello della promozione delle attività sportive. "L’amministrazione comunale - si legge in una nota - non deve sottovalutare il ruolo che svolge lo sport nel processo formativo ed educativo dei giovani. Occorre guardare allo sport non solo come un modo per promuovere il benessere fisico  ma anche come un mezzo per trasmettere valori imprescindibili come la lealtà, l’amicizia, la condivisione, la solidarietà. Promuovere la pratica sportiva dilettantistica ed amatoriale come forma di aggregazione e di socializzazione. Implementare progetti che puntano alla pratica sportiva per i disabili. Individuare aree che consentano il confronto tra le diverse discipline con strutture polivalenti. Perché tutto questo sia possibile non occorre realizzare nuove opere ma basterà semplicemente recuperare e valorizzare quelle esistenti".

Infine, ecco in sintesi il programma del M5S per le politiche giovanili in quattro mosse:

1. Attività per portatori di handicap
Un aspetto importante sarà la fruizione delle attività turistico sportive da parte di persone portatrici di handicap e quindi del turismo di prossimità.  Verranno promosse attraverso l’istituto del patrocinio, manifestazioni ed eventi che prevedono la partecipazione di persone disabili.

2. Consiglio comunale dei ragazzi
Sarà fondamentale ricomporre  il Consiglio Comunale dei ragazzi (già istituito a suo tempo, ma arenatosi per infiltrazioni della politica) che dovrà indipendentemente occuparsi parallelamente delle decisioni dell’Amministrazione. Contemporaneamente sarà essenziale creare uno sportello per i giovani  presso il Comune, che si occupi dei numerosi bandi di concorso, regionali ed europei riguardanti le politiche giovanili, tale sportello dovrà prendere in considerazione tutti i progetti che perverranno e quindi gestirli.

3. Incubatore di imprese
Verranno identificati uno o più spazi di proprietà del Comune di Terracina da dedicare, attraverso ristrutturazione e iniziativa diretta, alla creazione di un incubatore di giovani imprese (Start-up), dove ospitarle nella fase di avvio, favorendone la collaborazione e lo sviluppo iniziale.

4. Giovani e conoscenza del territorio
Pilastro essenziale per i giovani sarà la conoscenza del proprio territorio: questa consapevolezza verrà sviluppata incoraggiando attività culturali e lavorative all’interno delle scuole. Tutto ciò non potrà che creare i presupposti ad una serie di attività lavorative sostenibili, in totale simbiosi con la promozione turistica della città. Tale progettualità potra’ riguardare: attività sportive, bike sharing, visite guidate naturalistiche, archeologiche, attività balneari, pesca sostenibile, gestione di parchi e orti urbani, scuole di arti e mestieri, musica, cultura del volontariato, siti di aggregazione culturale, sportiva e/o del tempo libero.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400