È stata presentata alla stampa l'altro ieri, negli spazi del Cinema Adriano di Roma, la nuova commedia di Francesco Miccichè "Compromessi Sposi".
Da domani in tutte le sale cinematografiche, l'anteprima nazionale sarà invece stasera a partire dalle 20.15 nel capoluogo pontino, al Multisala Corso, grazie anche al contributo decisivo della Banca Popolare di Fondi. Sono stati il Presidente Giuseppe Rasile e il Direttore generale Gianluca Marzinotto a volere la presenza di Banca Popolare di Fondi, attraverso il sistema tax credit, a sostegno di una iniziativa culturale di richiamo nazionale. Oggi, prima della prima, il cast dei «Compromessi Sposi» sarà ospite, insieme ad un gruppo di altri invitati, presso la filiale Bpf di Piazza San Marco a Latina, per un aperitivo.
Il film prende spunto dalla commedia "Totò, Fabrizi e i giovani d'oggi", e Salemme e Abatantuono sono i nuovi principi della risata, per la prima volta insieme sullo schermo. «Nonostante abbiamo la stessa età - ha commentato simpaticamente Salemme - sono un fan di Abatantuono. Mi sembra di averlo sempre visto al cinema anche da bambino». «Dopo belle parole come le tue - gli ha fatto eco il collega - nella commedia faccio il papà, ruolo che conosco bene avendo figli e nipoti. Ovviamente, nella vita non succede quello che accade nei film, le storie piatte non interessano a nessuno. La chiave del racconto sta nel rapporto tra i due personaggi molto divertenti». Gli attori interpretano due consuoceri che non si sopportano, ma devono trovare un compromesso per l'amore che lega i rispettivi figli. I ragazzi hanno deciso di sposarsi in men che non si dica. Salemme (padre della sposa) è il sindaco di Gaeta, Abatantuono (padre dello sposo) un ricco imprenditore del Nord. I due faranno di tutto per impedire le nozze. Nei panni dei due sposi, Lorenzo Zurzolo e Grace Ambrose, nel cast anche Elda Alvigini (moglie di Salemme), Rosita Celentano (moglie di Abatantuono), Sergio Friscia nei panni del comandante dei carabinieri; Valeria Belillo (sorella dello sposo), Carolina Rey e la coppia Susy Laude e Dino Abbrescia. Il film è stato girato tra Gaeta, Formia e Latina, reclutando, per la realizzazione anche molte maestranze locali, tra cui il celebre pasticciere Pasquale Maturo che per la pellicola ha realizzato i dolci e la torta nuziale. Giovanissimo, ha soli 31 anni, si è diplomato all'Istituto Alberghiero di Formia e ha una notevole esperienza alle spalle.
«Quando la produzione è venuta a parlarmi, sono rimasti molto sorpresi - ci dice sorridendo Maturo -, si aspettavano una persona più adulta, ma io faccio questo mestiere da più di 15 anni». Le sue torte sono diventate famose, ha confezionato dolci per il compleanno di Massimo Ranieri, per Siani, per Pieraccioni, ha fatto dono del dolce "Angelo Bianco" a Papa Benedetto e consegnato con le proprie mani il dolce creato appositamente per Papa Francesco "Il Cupolone". La sua pasticceria (anzi per la precisione due, una in Lungomare Caboto e una in Via Rimini) si chiama "Carmine" dove lui per tanti anni è stato dipendente, poi ha pensato di rilevarla qualche anno fa. È stato molto felice di prendere parte al film e soprattutto di conoscere Salemme, perchè come lui è originario di Bacoli, anche se gaetano di adozione. «Il segreto del mio successo? Professionalità, rispetto per i clienti e certamente, dolci buonissimi»