"Giorno della Memoria" nel segno del ricordo delle vittime pontine dell'olocausto. Questa mattina, presso il Teatro Ponchielli di Latina, si è svolta una manifestazione organizzata dalla Prefettura di Latina, Ufficio Scolastico provinciale e il Comune di Latina che ha visto la partecipazione del Liceo Manzoni e Liceo Artistico di Latina. L'evento si è svolto alla presenza di circa 200 persone tra cui il Sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Claudio Durigon. Presenti anche le Autorità civili, militari e regligiose oltre a numerosi studenti di tutta la città. A fare gli onori di casa è stato il Prefetto di Latina, Maria Rosa Trio, che ha aperto con un discorso su cui sia importante ricordare la persecuzione subita dai cittadini ebrei e degli italiani che hanno subito la deportazione. Particolarmente toccante il momento dedicato ai 18 deportati militari italiani della provincia di Latina a cui oggi sono state consegnate simbolicamente le Medaglie d'Oro riconosciutegli dal Presidente della Repubblica. Tra loro Livio Pedron, deportato in un lager nazista in Austria che ha ricordato alcuni episodi legati alla prigionia, e il signor Giuseppe Melappioni, ex marconista di Civitanova Marche, residente a Gaeta, che però non è potuto essere presente. 

Questi i 18 insigniti della Medaglia: Nicola Buonomo, Giuseppe Fedele, Giuseppe Melappioni, Espedito Pellegrino, Erasmantonio Valente, Antonio Ciaramaglia, Emilio Sparagna, Giuseppe Fresilli, Guido Isernia, Aldovico Lauretti, Angelo De Filippis, Giuseppe Zago, Ercole Usini, Giovanni Ciocia, Giovanni Costanzo,  Arturo Di Muccio, Tiziano Bortolotto, Livio Pedron.