Una nuova fatica sulla carta stampata per il professor Carmelo Palella, ex dirigente scolastico del liceo "Da Vinci" ma soprattutto animatore culturale in diversi ambiti, e anche curioso cronista, nel senso più ampio del termine. Il professore infatti ama raccogliere storie. Come quella di Roberto mangoni, direttore dei lavori per conto della Soprintendenza di Roma quando, negli anni Sessanta, iniziarono gli scavi nell'area archeologica della Grotta di Tiberio. Nelle memorie di questo giovane, che Palella mette per iscritto, il borgo di Sperlonga, con i suoi usi, costumi, la sua vita semplice. Il professore mescola il racconto del mondo esterno, con i ricordi di questo giovane irrequieto, che aveva interessi che travalicavano i confini e che si intrecciavano con alcune esperienze di respiro europeo. Insomma l'Europa, di cui tanto si parla oggi, si affacciava. Ecco il titolo, dunque, del libro edito da Innuendo di Massimo Lerose: «Memorie di un giovane europeo». Il libro sarà presentato venerdì 24 maggio alle 16.30 nella libreria Mondadori di via Roma. «Il testo - ci spiega lo stesso autore - man mano che si procede nel suo sviluppo, è corredato di numerose immagini dell'epoca e di verosimili descrizioni che riguardano il protagonista tanto da rendere molto interessante e scorrevole la lettura di questa rappresentazione di un'epoca, quella dei giovani che si affacciano a questa nuova realtà e dei loro primi rapporti con altri giovani dell'Europa».