Venerdì pomeriggio (21 giugno 2019), alle ore 18, nella biblioteca comunale di Segni, in via della Pretura 1, avrà luogo un incontro che vedrà protagonista la scrittrice di Nettuno Anna Silvia Angelini.

Infatti, l'associazione "L'Araba Fenice", alla presenza dell'autrice, ha promosso la presentazione del libro "La Violenza Declinata", scritto dalla Angelini per Bertoni Editore.

L'incontro sarà moderato dalla professoressa Maria Assunta Boccardelli (presidente dell'associazione) e vedrà la partecipazione della dottoressa Bruna Rucci (psicoterapeuta CPT), dell'avvocato Simona D'Aquilio (vice presidente associazione Maison Antigone), di Nello Valdi (istruttore Federkravmaga) e vedrà le letture a cura degli Amici della Biblioteca di Segni. 

L'autrice, presidente di AIDE provinciale (Lazio) - associazione indipendente donne europee -, è molto attiva nelle tematiche sociali ed è la fondatrice del centro d'ascolto antiviolenza "Uscita di Sicurezza" di cui si occupa personalmente insieme a un consolidato staff di professionisti, sul territorio di Anzio e Nettuno. "La violenza declinata" è il suo primo libro, un libro documento, estremamente efficace, che mette in evidenza tutti i punti oscuri della violenza declinata. Il libro racconta la storia di Francesca, una delle tante donne dimenticate, dedicato a tutte coloro che invece non possono più vedere, sentire, parlare, a causa delle violenze subite dentro le mura domestiche dai loro compagni.