Le lady chef del Lazio ai fornelli per aiutare il Dipartimento Solidarietà ed Emergenza. La sezione interna della Federazione Italiana Cuochi, dedicata al gentil sesso, organizza la prima edizione di "Salute e Gusto in Tavola con le Lady Chef", una bella iniziativa che coniuga solidarietà professionalità e salute. L'appuntamento nel ristorante di Emanuela Quattrociocchi : "Da Clara Osteria Tipica" a Sermoneta. La manifestazione, alla sua prima edizione nasce per volere di tante donne, tutte iscritte alla Federazione Italiana Cuochi. La sezione del Lazio vede una nutrita ed agguerrita schiera di cuoche pontine, tra loro: Ilenia Azzola, Ida Pecorilli, Lavinia Raffaelli, Adalgisa Fava, Maria Leo, Emanuela Nanni, che, capitanate da Orietta Di Lieto metteranno a disposizione la loro professionalità per prepare antipasti e dessert che faranno parte della cena benefica. Le altre portate saranno realizzate dalle loro colleghe delle altre province del Lazio. A spiegare lo scopo dell'evento, durante una conferenza stampa, che si è tenuta oggi, era presente anche Mirella Crescenzi, Coordinatrice Regionale delle Lady Chef che ha organizzato le attività con le altre città laziali. Il ricavato della cena che prevede un costo di 35 euro, sarà devoluto al DSE, un compartimento che affianca la Federazione Italiana Cuochi ed interviene in caso di calamità mettendo a disposizione le proprie attività per la Protezione Civile nei casi di emergenza. << Con questa cena abbiamo voluto unire e divulgare i piaceri della tavola, la salute e soprattutto il ruolo delle Lady Chef – ha affermato Orietta Di Lieto - siamo donne, professioniste da sempre in cucina, che uniscono il lavoro alla solidarietà e alle iniziative culturali per valorizzare i prodotti, i cibi e le aziende locali>>. L'intento delle cuoche pontine però ha anche un respiro più ampio, il loro desiderio è quello di valorizzare la figura femminile in cucina. Il movimento delle Lady, nato in Friuli molti anni fa sta prendendo piede in tutta Italia e ormai ha raggiunto 3 mila iscritte. A dare sostegno all'iniziativa anche due uomini, il presidente dell'Associazione Provinciale Cuochi Latina, Luigi Lombardi e il presidente del DSE Andrea Vittore, convinti delle capacità delle loro colleghe a miscelare gusto, eleganza, tradizione e tipicità per poi abbinarle al meglio per valorizzare le capacità nutrizionali ed energetiche degli alimenti.La cena preparata a più mani, rigorosamente femminili, sarà inoltre commentata ai commensali dalla nutrizionista Maria Chiara Anelli, che spiegherà quali sono i giusti parametri da mettere nel piatto per garantire salute e gusto. Per Prenotazioni ed info: 3888267308/3281636968