La terza edizione di "Pace tra i popoli - Natale 2019", il cartellone di eventi per le festività realizzato dal Comune di Cori e dalla Pro Loco locale, con il contributo della Regione Lazio - Le Feste delle meraviglie, e con la Bcc (Banca di Credito Cooperativo), si concluderà domenica 5 gennaio. L'appuntamento è fissato per le 21 a Giulianello, presso la chiesa di San Giovanni Battista, dove si svolgerà il Concerto dell'Epifania: per l'occasione si esibiranno la Corale polifonica locale Schola Cantorum, organizzatrice e promotrice dell'iniziativa, e il Coro polifonico Armonia Mundi. La Schola Cantorum è il coro della parrocchia di San Giovanni Battista di Giulianello, fondato nel 1994 da don Antero Speggiorin per curare il canto durante la liturgia eucaristica. I cantori non sono professionisti, ma portano avanti il loro impegno con fede, passione e spirito di comunione, prestando servizio in parrocchia con costanza e dedizione. Per il solenne Concerto dell'Epifania proporrà una selezione di brani del repertorio liturgico di grande intensità e bellezza, con l'intervento di incantevoli voci soliste.Il Coro Armonia Mundi è una formazione a quattro voci miste diretta dal Maestro Matteo Sartini, e nasce nel 2003 in seno alla parrocchia Santissimo Nome di Maria di Genzano di Roma. Il suo repertorio concertistico - si legge nelle note di presentazione dell'evento - spazia dalla polifonia pura alla musica sacra classica, lirica e operistica. Domenica sera presenterà un programma che guarda alla tradizione popolare italiana, francese e americana, con brani sacri di Mozart, Verdi, Adam. La Corale sarà affiancata da due voci soliste: il soprano Angelica Ercolani e il mezzosoprano Michela Moroni. L'ingresso a offerta libera permetterà di finanziare le opere della parrocchia, in particolare la prosecuzione dei lavori di ristrutturazione e restauro della facciata danneggiata della cinquecentesca chiesa di San Giovanni Battista, luogo sacro di grande valenza storica, architettonica e simbolica per la comunità, essendo l'unica parrocchia del borgo, intorno alla quale si è sviluppato l'antico Castrum Julianum. Nell'area del parcheggio si potrà visitare il suggestivo presepe realizzato da giovani parrocchiani, ricco di effetti, statue in movimento, una cascata, musica e suoni. Lunedì 6 sempre a Giulianello si rinnova la tradizione del Bacio del Bambinello. La statuetta, scolpita nel XVI secolo nel legno d'ulivo del Getsemani da un devoto francescano, è stata benedetta da Papa Giovanni Paolo II il 2 dicembre 1998. Dal 1798 la mattina dell'Epifania sfila per le vie del paese portata in spalla dagli storici "incollatori": alle 15.30 si svolge il rito del Bacio.