Sulle orme di Enea. I viaggi e le peregrinazioni dell'eroe stimolano riflessioni profonde. Da domani, lunedì 20 aprile, a partire dalle ore 11.30 sui canali social e sul sito della Compagnia dei Lepini, interessanti testimonianze sul poema epico di Virgilio. Giancarlo Loffarelli, Titta Ceccano, Lucia Viglianti, Salvatore Rosella, Mario Giorgi, Orazio Mercuri e Rita Pasqualucci offriranno al pubblico una riflessione, un' interpretazione e delle lettura, in formato video sull'eroe. Angoscia, sgomento e una strana solitudine si propaga in tempo di pandemia, la Compagnia dei Lepini ha deciso per questo motivo di realizzare un'iniziativa virtuale che possa fornire chiavi di lettura e sentimenti di speranza. «L'Eneide di Virgilio è una storia di guerra, di sconfitta e di rinascita – ha spiegato Quirino Briganti, presidente della Compagnia dei Lepini – Una storia che ci è vicina, e che in particolare riguarda noi che apparteniamo alla grande comunità delle genti dei Lepini, perché Enea si farà spazio in questi nostri luoghi e qui realizzerà la sua rinascita facendo convergere così la sua storia con la nostra storia». «Non si tratta di materiale didattico - ci tiene a sottolineare Fabrizio Di Sauro, direttore della Compagnia –, abbiamo chiesto di provare a tirar fuori qualcosa che risponda semplicemente ad una interrogazione emozionale sull'Eneide. Una valutazione attraverso le emozioni che possa aiutare tutti a riconoscerle e ad avvicinarsi a questa grande opera. Una ‘presa diretta' in video per una ‘presa diretta' degli umani sentimenti e delle umane sensazioni. In fondo Enea incarna il trionfo dell'essere umano e dei valori che si affermano contro qualunque tipo di insidia e di sventura. È questa l'unica prospettiva che può condurci fuori da questa drammatica e dolorosa vicenda causata dal coronavirus».