Cento anni di bellezza, arte e cultura del Giardino di Ninfa sono stati celebrati questa mattina in una conferenza introdotta dalla Dott.ssa Maria Cristina Misiti, Direttore dell'Istituto Centrale per la Grafica di Roma, dove si è svolto l'evento.
"In questa disavventura mondiale – ha spiegato il Presidente della Fondazione Tommaso Agnoni - , il giardino è stato per il nostro Paese il simbolo di una rinascita. Dal 23 maggio, giorno della riapertura, più di 60 mila visitatori sono stati accolti e, le scorse settimane, più di 400 persone del personale sanitario insieme alle loro famiglie per ringraziarli del lavoro svolto. Senza la collaborazione del comitato direttivo, della Direttrice del Giardino Antonella Ponsillo, dei Vice Presidenti della Fondazione Massimo Amodio e Maria Rosaria Iacono e di tutti quelli che hanno collaborato, nulla sarebbe stato possibile".

Ancora molte infatti, e di altissima qualità, le iniziative in programma. Il primo ottobre la mostra, realizzata in collaborazione con l'Accademia Nazionale dei Lincei, dal titolo "I colori della Prosperità: frutti del vecchio e nuovo mondo" a cura dei professori Antonio Sgamellotti linceo e Giulia Caneva porterà al Giardino di Ninfa (in una sala Dell'antico municipio restaurata con i fondi dell'8x1000 e che verrà inaugurata per l'occasione) le immagini straordinarie degli elementi naturalistici degli affreschi della Loggia di Amore e Psiche di Raffaello e Giovanni da Udine presenti a Villa Farnesina.

Il 23 ottobre la parola artistica passerà all'Istituto Centrale per la Grafica di Roma che in occasione del centenario esporrà nel giardino alcune riproduzioni digitali di vedute di Ninfa e dei territori circostanti risalenti al XIX secolo. A seguire si terrà un convegno per raccontare la storia dell'Oasi: "Ninfa: dalla Pompei del medioevo al Giardino".

Non mancherà anche quest'anno un progetto rivolto ai Comuni e una seconda iniziativa organizzata in collaborazione con i Parchi Letterari. Dopo il successo incredibile dello spettacolo "Orlando", si terrà un evento il 27 settembre in coincidenza con le Giornate Internazionali del turismo e un altro il 24 e 25 ottobre in occasione della Giornata europea dei Parchi Letterari.

Rimandati invece alla primavera prossima il "Soggiorno letterario" della Scuola Holden di Torino e il convegno su Lucrezia Borgia che si sarebbe dovuto tenere al castello di Sermoneta.
La proiezione del documentario sul Giardino, frutto di un anno e mezzo di lavoro a cura di Lucio Casellato, ha anticipato la chiusura della presentazione, affidata a Giovanna Pugliesi, Assessore regionale del turismo che ha ricordato il valore esperienziale dell'Oasi, aldilà dell'innegabile valore culturale e storico artistico insito in questo luogo meraviglioso.