Inevitabilmente anche "Lievito" non aprirà il sipario. La rassegna culturale di Rinascita civile che inonda di eventi la città di Latina si chiude in casa. Ieri il presidente, Felice Costanti, ha lasciato alla stampa questa dichiarazione, annunciando che la kermesse è rinviata al prossimo autunno: "Le recenti disposizioni per fare fronte all'emergenza sanitaria e i provvedimenti per la chiusura di scuole e luoghi pubblici, atti a ospitare le attività culturali, unite al divieto per le manifestazioni pubbliche, impongono a tutti noi un'attenta riflessione.
Siamo tutti fiduciosi in una positiva e rapida risoluzione della crisi ma, allo stato attuale, nel periodo in cui sono da assumere e formalizzare una serie di impegni, in questo scenario di grande incertezza sulla futura durata di una simile situazione, è doveroso applicare un principio di precauzione. Pertanto ci vediamo costretti a rinviare l'appuntamento con la rassegna Lievito dal tradizionale periodo, dal 25 aprile al primo maggio, ad altra data ancora da definire, presumibilmente all'inizio del prossimo autunno.
La nona edizione della rassegna vedrà comunque la luce, anche se in un formato differente da quello abituale.
Una scelta fatta a malincuore, un minimo disagio per i tanti affezionati a Lievito, ma una forma di rispetto adeguata al momento delicato e di grande disagio per l'intera comunità".