Uno dei settori che maggiormente ha sofferto silenziosamente a causa dell'emergenza sanitaria legata al coronavirus, è sicuramente quello culturale. Per questo, nonostante le restrizioni, "Il maggio dei libri", tradizionale appuntamento culturale, si svolgerà come di consueto cambiando semplicemente veste per andare incontro alle esigenze delle restrizioni imposte dalle ordinanze.

Decine di scrittori della provincia insieme a persone comuni, grazie alle Associazioni Solidarietà e Sviluppo, Oltreconfine, Cittadinanza Attiva e Futura hanno dunque messo in atto un progetto di "Cultura in rete", organizzando dal 14 al 31 maggio una rassegna letteraria online, pubblicata sulle pagine facebook delle Associazioni promotrici e della Compagnia dei Lepini, che si concluderà il 2 giugno con un evento speciale, dedicato alla Festa della Repubblica.

Prima ospite della rassegna di questa settimana, giovedì 14 sarà Alessandra Corvi che presenterà " Pandemia Spagnola e Grande Guerra". Venerdì Angelo Cioeta leggerà alcuni estratti dal libro "La mia Obiezione di Coscienza", di Pinna. Sabato 16 Geremia Danti presenterà il suo libro "Antonio Rizzo- dall'innocenza alla cruda realtà" e, a seguire, Dante Ceccarini leggerà alcune poesie dal libro "La forma dell'anima", mentre Tommasina Giuliani leggerà due poesie della poetessa Alda Merini. L'ultimo appuntamento di questa settimana sarà dedicato ad Antonio Scarsella che presenterà il libro "Ama come se domani dovessi odiare".
La rassegna, organizzata con il patrocinio della Regione Lazio, della Compagnia dei Lepini e delle Officine della Cultura (Consorzio Industriale Roma Latina) intende valorizzare gli autori del territorio, custodi della cultura, elemento essenziale per l'uomo.