La denuncia del gruppo consiliare del Partito democratico di Fondi non è caduta nel vuoto. Dagli uffici comunali è arrivata una prima risposta. Il personale tecnico eseguirà a breve un sopralluogo in via Gioberti all’interno della struttura che ospita il mercato coperto. I consiglieri Maria Civita Paparello, Mario Fiorillo e Luigi Parisella nei giorni scorsi hanno evidenziato la presenza di crepe e lesioni nei muri e nei pilastri dell’edificio. In seguito alle scosse di terremoto avvertite anche in terra pontina, gli esponenti della minoranza hanno chiesto all’amministrazione comunale di fare qualcosa a riguardo. Perché - era stato detto - la sicurezza viene prima di tutto. Il Pd chiama, l’amministrazione risponde. In un dialogo che, una volta tanto, non si ferma a una sterile polemica politica per diventare invece un’opportuna iniziativa di sollecitazione e di controllo dell’attività amministrativa.

Nei prossimi giorni un ingegnere comunale svolgerà i propri controlli e valuterà il da farsi. L’agibilità della struttura non sarebbe a rischio ma non si esclude che all’interno dell’edificio di via Gioberti non possano essere necessari interventi di messa in sicurezza. Secondo la minoranza la situazione non va sottovalutata. Ben sedici dei venti pilastri su cui si regge la struttura presentano almeno in apparenza delle lesioni. Bisogna verificare se si tratta soltanto di un cedimento di intonaco o se le fratture nel cemento siano più a fondo. Da parte della minoranza anche la richiesta di migliorare le condizioni di decoro dello stabile che ospita numerosi stand e che quotidianamente viene frequentato da un gran numero di clienti. Anche sotto questo aspetto una visita all’interno del mercato potrebbe risultare utile per fare il punto della situazione e programmare eventuali iniziative.