Giunge a conclusione, con la consegna degli attestati, il percorso formativo "Museo 4.0 - Laboratori d'ispirazione collettiva per i musei del territorio", un corso laboratoriale gratuito rivolto ai musei, alle associazioni culturali e agli operatori del settore dell'arte e del turismo oltre che alle imprese culturali e creative o ai liberi professionisti del settore.

La conclusione del corso e la consegna degli attestati di partecipazione vedrà, martedì 30 giugno 2020 alle ore 16.00 presso il Palazzo della Cultura, la partecipazione dell'Assessore della Regione Lazio alla Formazione Claudio Di Berardino, la RUP del progetto ‘Museo 4.0' Elena Lusena, il Presidente della Commissione Cultura Fabio D'Achille, le docenti del corso oltre all'Assessore alla Cultura Silvio Di Francia.

Il corso, finanziato dalla Regione Lazio, ha visto una grande partecipazione di pubblico fin dall'apertura delle iscrizioni, con più di 110 iscritti e 60 partecipanti attivi durante le lezioni. Avviato il 20 gennaio 2020, il corso ha visto avvicendarsi quattro docenti - Miriam Mandosi, Giovanna Cotroneo, Nicolette Mandarano e Francesca Guida - che hanno affrontato tematiche come il ruolo dei musei nel territorio, la fruizione dei musei da parte di pubblici diversi, il ruolo dei social media e della comunicazione, l'importanza della progettazione culturale per partecipare attivamente ai bandi, regionali ed europei, che sostengono e fanno emergere questa moltitudine di realtà culturali.

Il corso si è configurato come un vero ‘hub' di connessione fra le tante realtà del territorio pontino: direttori di museo, archeologi, guide turistiche, operatori culturali, insegnanti si sono ritrovati per progettare nuove modalità di fruizione museale, piani editoriali, progetti culturali. 

Un'esperienza che non è rimasta chiusa nel museo: la sua forma laboratoriale ha imposto un'apertura ai vari pubblici che un museo può ospitare e anche in questo caso la risposta è stata immediata e partecipativa. Gli alunni del Liceo Artistico Statale, i membri del Centro socio culturale anziani "Vittorio Veneto", i migranti dell'Associazione Primo Contatto hanno ascoltato i progetti dei corsisti a loro dedicati, un momento di confronto diretto per comprendere quale può essere la modalità per lo sviluppo di progetti culturali davvero inclusivi.

L'alta richiesta di partecipazione al corso, il fermento che si è creato attorno a queste giornate, anche a quelle che l'emergenza Covid-19 ha imposto fossero fatte a distanza, sono segno di un grande bisogno da parte di chi lavora nella cultura e nell'ambito della promozione turistica di percorsi formativi per tutti i soggetti operanti nella cultura. Ed è da questo entusiasmo che il Museo Duilio Cambellotti di Latina si propone come nuovo centro di formazione culturale permanente, anello di congiunzione fra i vari pubblici, spazio vivo aperto a nuove collaborazioni accolto in un museo che sta cambiando e divenendo un istituzione culturale 4.0.