Spiagge libere "sorvegliate", assegnato il servizio per il salvataggio e la sicurezza. Com'è noto quest'anno per via dell'emergenza dovuta al Covid-19 sono state adottate misure straordinarie anche sui litorali. Il rischio assembramento non sembra essere stato superato, anzi, ma comunque si punta ad una migliore gestione degli arenili anche attraverso la app che il comune ha individuato nei giorni scorsi, quindi si attende che parta il servizio.

Le spiagge libere saranno comunque dotate di un servizio di vigilanza e salvataggio che sarà gestito dalla Cooperativa Blue Work Service di Sezze. Rispetto la gara il prezzo unitario di aggiudicazione al netto del ribasso è pari a 234.982,40 euro comprensivo dell'Iva e degli oneri. Di questi 121.162,80 euro saranno utilizzati per la fornitura di 12 postazioni di bagnino di salvataggio, comprensive di tutti i materiali occorrenti, da posizionare su spiaggia libera; 113.819,60 euro saranno invece impiegati per la fornitura di 16 assistenti alla balneazione da impiegare per il controllo e la regolamentazione degli accessi alla spiaggia libera nonché il rispetto del distanziamento sociale sulla spiaggia in attuazione dei Dpcm sull'emergenza Covid-19.

A San Felice Circeo sempre per quanto riguarda le spiagge libere, solo lo scorso 7 luglio il responsabile del settore ha pubblicato la determina con cui veniva stabilito di procedere col confronto di quattro preventivi per valutare la proposta più vantaggiosa per l'Ente. Il servizio offerto, per un totale di 75mila euro impegnati sul bilancio (e finanziati dalla Regione), comprenderà non solamente l'app con cui da telefono si potranno prenotare le postazioni, ma pure un servizio di steward.

Trenta persone, secondo quanto riporta il capitolato, che dovranno monitorare i varchi dalle 8 alle 14. Saranno allestiti anche dei punti informativi, aperti dalle 8 alle 20, probabilmente per agevolare chi non ha grande familiarità con gli strumenti elettronici. Anche in questo caso si attende che parta il servizio.