Infiltrazioni d'acqua dai pilastri dell'edificio, perdite copiose da diverse tombe: il cimitero di Aprilia cade a pezzi. Un deterioramento progressivo che va avanti da mesi nell'indifferenza generale del Comune, almeno stando a quanto rappresentato da alcune famiglie che abitualmente fanno visita ai propri cari.

Questi cittadini a partire da settembre hanno segnalato all'assessorato ai Lavori Pubblici, peraltro a più riprese, i diversi problemi in cui si trovano alcune parti della struttura. Il problema più grande riguarda la fuoriuscita di liquido da alcune tombe, anche se non è chiaro se si tratti di infiltrazioni d'acqua o di perdita di liquidi dalle casse. «Abbiamo denunciato queste infiltrazioni già a settembre, nei mesi scorsi inoltre una signora - ci spiega un cittadino - ha chiesto l'estumulazione di un familiare e dalla bara e all'interno è stato ritrovato un enorme quantitativo d'acqua. Ma le infiltrazioni ci sono anche in diversi punti del cimitero, i pilastri sono neri e pieni di muffa e in alcuni punti il ferro che sostiene le scale di cemento è ormai a vista. Abbiamo chiesto all'amministrazione comunale un intervento oltre tre mesi fa, ma il nostro appello è rimasto inascoltato».

Infatti né l'amministrazione comunale, né la Progetto Ambiente (che gestisce il cimitero) sono intervenuti per verificare eventuali perdite dalle tombe o per pianificare dei lavori di riparazione. «La Progetto Ambiente - continuano - da quello che ci dicono i dipendenti non ha soldi per intervenire, mentre l'assessore Luana Caporaso a metà ottobre ci aveva fatto sapere che era a conoscenza delle infiltrazioni e che avrebbe pianificato dei lavori a breve. Sono passati oltre tre mesi e abbiamo atteso con pazienza, ma non c'è stato nessun lavoro. Non comprendiamo i motivi di questo ritardo, è assurdo»

Per questo i familiari dei defunti hanno deciso di esporre pubblicamente il proprio malcontento, nella speranza che finalmente l'ente si attivi per riqualificare la struttura. «L'amministrazione comunale ha iniziato i lavori per la nuova ala del cimitero, dovrebbe pensare però anche al decoro della parte vecchia intervenendo per risolvere queste criticità. Tra l'altro - concludono - questi non sono gli unici problemi, visto che qui si registrano continuamente furti di fiori e oggetti. Chiediamo solamente che vengano migliorate le condizioni del cimitero, ne gioverebbero tutti».