Il suo lavoro per il territorio è stato instancabile. Il professor Selvaggi, recentemente scomparso per anni ha scavato per riscoprire la storia, le tradizioni, anche le contraddizioni di una provincia che grazie al suo lavoro si conosce di più sia dal punto di vista storico che da quello naturalistico. Ed è per questo che nella sua città la Giornata della Terra sarà dedicata a lui. Dal prossimo 22 aprile per tutte le edizioni che verranno. E' quanto si evince in una nota del Wwf Litorale Pontino. 

"La Giornata mondiale della Terra - si legge nella nota dell'associazione ambientalista -  venne proclamata dal Segretario generale dell'Onu U Thant il 22 aprile 1970 per sottolineare la necessità della conservazione delle risorse naturali della Terra. Nel corso degli anni è diventata un avvenimento educativo ed informativo e l'occasione per valutare le questioni più importanti che riguardano il nostro pianeta come l'inquinamento di aria, acqua e suolo, la distruzione degli ecosistemi, le estinzioni di migliaia di piante e specie animali, e l'esaurimento delle risorse non rinnovabili (carbone, petrolio, gas naturali). E' anche l'occasione per sollecitare soluzioni che permettano di eliminare gli effetti negativi delle attività dell'uomo come il riciclo dei materiali, la conservazione delle risorse naturali, il divieto di utilizzare prodotti chimici dannosi, la cessazione della distruzione di habitat fondamentali come i boschi e la protezione delle specie minacciate. l WWF Litorale laziale-Gruppo Pontino accogliendo la proposta dell'Agenda 21 Locale di Terracina di dedicare la Giornata della Terra a Emilio Selvaggi ritiene di riservargli questa giornata anche per gli anni futuri.

Non una strada, una piazza, una sala la cui attribuzione non entra nelle competenze di un'associazione ma una Giornata, il 22 aprile di ogni anno, servirà a ricordare ai cittadini la figura e l'opera di Emilio Selvaggi, una persona che ha dato alla città molto di più di quanto abbia preso. La sua opera non resta soltanto nel restauro della Rimembranza ma nella formazione e nella crescita della coscienza ecologica di molti cittadini, noi compresi.

Sabato 22 aprile il parco della Rimembranza sarà aperto dalle ore 9 alle ore 19.

Ecco il programma:

Ore 10 Ricordo di Emilio e a seguire visita guidata storico-archeologica e naturalistica a cura dell'Archeoclub e del WWF

Ore 16 Visita guidata storico-archeologica e naturalistica a cura dell'Archeoclub e del WWF

Vista l'apertura ininterrotta del parco sarà possibile anche fare un picnic al suo interno.