Fido e la sua combriccola di animali domestici fanno fatica a fare la vacanza coi loro proprietari in hotel, sulla Riviera d'Ulisse. In hotel, certo, perché poi se ci si accontenta di B&B, case vacanza e agriturismi le cose cambiano. Ma gli hotel, quelli con tutti i comfort, la spa, la piscina e via dicendo, da Sabaudia a Sperlonga difficilmente ammettono animali. Si contano sulle dita di una mano. Forse su due.  Per fare una panoramica, al giorno d'oggi basta fare quello che fa il turista contemporaneo. Una ricerca sul web, meglio su TripAdvisor, l'ormai famoso sito in cui sono gli stessi titolari ad inserire la propria struttura indicando i servizi, per poi ricevere recensioni e pareri. Ebbene, mentre si fa a gara per fornire i servizi più disparati, l'icona della zampetta di Fido, che sta ad indicare la disponibilità ad accogliere, insieme ai proprietari, anche gli animali, compare poco. A Terracina, ad esempio, su TripAdvisor compare un solo hotel che ammette animali. Stessa cosa a San Felice Circeo e a Sabaudia, i paesi della magnifica costa delle dune e dei faraglioni. Fa meglio Sperlonga, che presenta due strutture alberghiere, mentre Fondi riporta zero. Ma per andare sul sicuro occorre spostarsi più a sud, dove TripAdvisor segnala ben 4 hotel "aperti" agli animali a Gaeta, 3 a Formia e nell'isola di Ponza.
La questione può apparire di poca importanza. Ma conviene anche fare due conti. Secondo "Osservatorio QuattroZampeInFiera", la rassegna più famosa d'Italia in materia, l'87% degli italiani fa la vacanza estiva con l'animale domestico è il 57,18% è disposta a cambiare i suoi piani per amore del suo animale. Tanto che gli abbandoni sono diminuiti. Secondo un'indagine Doxa con l'Osservatorio Europcar del 2015, inoltre, 1,8 milioni di italiani in vacanza lamentano problemi di accessibilità se con animali al seguito.
Insomma, al netto delle questioni legate agli abbandoni, la questione è strettamente legata al fatturato, ovvero al giro d'affari a cui si rinuncia non fornendo servizi specifici. Nel nostro caso specifico, per gli animali. Un problema legato agli hotel, ma anche a molte spiagge. Quei turisti che non si accontenteranno di strutture ricettive alternative, insomma, semplicemente sceglieranno altre località in cui trascorrere le vacanze estive.